Pubblicato il 20/01/14

Esercizio fisico e salute metabolica

Stimolato da un articolo recente riportato su Ultimissime, Pierpaolo De Feo, uno dei massimi esperti nazionali del ruolo dell’esercizio fisico sulla salute metabolica e cardiovascolare, ci offre una visione articolata del problema che evita banalizzazioni e semplicismi. Lo fa, essenzialmente, portando alla nostra attenzione i punti centrali di un recente documento redatto da un gruppo di esperti che ha l’ambizione di servire come guida per tutti i protagonisti istituzionali e professionali che possono avere un ruolo nel promuovere l’esercizio fisico e l’attività motoria nella nostra popolazione. Ottima iniziativa alla quale molto volentieri facciamo da sponda. Come leggerete, gli interventi suggeriti sono tanti, tutti interessanti e variamente articolati. Ma se posso permettermi di metterne uno davanti agli altri, scelgo senz’ombra di dubbio, quello di migliorare il grado di conoscenza del rapporto tra esercizio fisico e salute. Sia nelle scuole (mediante programmi di educazione per docenti e genitori) che nei posti di lavoro, sia attraverso una specifica formazione dei medici di medicina generale e dei vari specialisti del settore (diabetologi, endocrinologi, internisti, medici dello sport, cardiologi, geriatri, etc.). Migliorare la conoscenza è propedeutico a tutti gli altri interventi ed è, per giunta, ragionevolmente facile ed economico. Per quello che può servire, noi di 500WORDS siamo a disposizione e cominciamo con questa nota. (vt)
Nei paesi sviluppati un adulto su due ed un bambino su tre è in sovrappeso o obeso. L’eccesso di massa grassa si associa ad una serie di patologie croniche che riducono la qualità e la durata della vita ed, in particolare, è responsabile del preoccupante incremento del diabete di tipo 2. I recenti dati presentati dall’International Diabetes Federation stimano che nel mondo circa 380 milioni di persone hanno attualmente il diabete e che nel 2035 si arriverà a più di un miliardo di persone affette da diabete (550 milioni) o pre-diabete. L’esercizio fisico e la regolare attività fisica, se inseriti in un contesto di scelte salutari, sono in grado di prevenire il diabete di tipo 2 e sono un eccellente strumento terapeutico

Leggi l'intero articolo »

Autore/i

  • Pierpaolo De Feo
    Pierpaolo De Feo, è Professore Associato di Endocrinologia dell’Università di Perugia, dove dirige il C.U.R.I.A.MO. (Centro Universitario Ricerca Interdipartimentale Attività Motoria). E’ autore di circa 140 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali , diverse in tema di esercizio fisico e strategie per migliorare gli stili di vita. E’ stato coordinatore del Gruppo Attività Fisica di Diabete Italia ed è attualmente Presidente dell’Italian Wellness Alliance.

Letture consigliate

E DUE: LA SCIENZA CONTINUA A BACCHETTARE TRUMP E STAVOLTA CI AGGIUNGE PURE JOHNSON. CAPIRANNO?

Un altro scienziato di rinomanza internazionale, che dirige Nature forse la rivista scientifica più prestigiosa al mondo, attacca i due energumeni che purtroppo sono alla testa di due grandi Paesi e gli scienziati loro consulenti per come stanno gestendo l’emergenza del corona virus e più in generale per il loro rapporto con la scienza. Anche questo imperdibile! (vt).

Da leggere

LA SCIENZA SI RIBELLA ALLE PAGLIACCIATE DI TRUMP E...NON GLIELE MANDA A DIRE!

Uno scienziato di rinomanza internazionale, che dirige una delle riviste scientifiche più prestigiose al mondo, dice qualcosa che potrebbe tradursi con "mo’ basta, Mr. President!". In realtà fa di più perché gli ricorda che tre anni fa era antivaccinista (!) e adesso se la prende con la scienza perché… non riesce a produrre un vaccino nel giro di pochi mesi. E chiude chiedendo all’energumeno un “favore”: di trattare con rispetto la scienza e i suoi principi! Imperdibile, garantisco (vt).

Da leggere



© 2020 - fivehundredwords.it - Credits
Le immagini a corredo degli articoli riprodotti su fivehundredwords.it provengono da ricerche effettuate su Google Image