Pubblicato il 18/11/19

Un progetto mondiale per rafforzare il ruolo delle evidenze scientifiche nel futuro della ricerca e della sanita'

Il metodo scientifico rappresenta la via maestra per il miglioramento delle conoscenze in tutti i campi del sapere. La medicina ha tratto grande vantaggio da un approccio razionale e sistematico che prevede che ogni atto diagnostico e terapeutico sia basato su evidenze scientifiche, se disponibili (si chiama evidence-based medicine o evidence-based healthcare). Il famoso detto “alla luce della mia esperienza” dei grandi clinici di una volta, per fortuna, ha sempre meno cittadinanza nelle pratica clinica odierna. Ma si può fare di più verificando che le evidenze scientifiche siano realmente tali, che siano anche utilmente implementate nella pratica clinica e che siano diffuse anche al di fuori del mondo biomedico, arrivando fino ai decisori politici e ai pazienti che ne devono beneficiare. La Fondazione GIMBE si muove in questa direzione e volentieri pubblichiamo la nota odierna che ci aggiorna su queste attività. (vt)
La Fondazione GIMBE ha lanciato a Taormina agli inizi di novembre il progetto GLOBEE (GLobal OBservatory on Ecosystem of Evidence), un osservatorio internazionale che coinvolgerà tutte le organizzazioni impegnate nel migliorare i tre pilastri dell’ecosistema delle evidenze scientifiche con l’obiettivo di rilevare i bisogni, tracciare la pubblicazione e monitorare implementazione e impatto di tutti gli standard internazionali finalizzati a migliorare produzione, sintesi e trasferimento delle evidenze.

Leggi l'intero articolo »

Autore/i

  • Nino Cartabellotta

    Nino Cartabellotta (www.ninocartabellotta.it) è medico, specialista in medicina interna e gastroenterologia; si interessa di metodologia con competenze trasversali a tutte le professioni ed i livelli organizzativi del sistema sanitario. Fondatore nel 1996 del Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze (www.gimbe.org), dal 2010 è presidente della Fondazione GIMBE. E’, inoltre, Direttore Responsabile di Evidence, rivista metodologica open access e Autore del blog “La sanità che vorrei”. 

Letture consigliate

E DUE: LA SCIENZA CONTINUA A BACCHETTARE TRUMP E STAVOLTA CI AGGIUNGE PURE JOHNSON. CAPIRANNO?

Un altro scienziato di rinomanza internazionale, che dirige Nature forse la rivista scientifica più prestigiosa al mondo, attacca i due energumeni che purtroppo sono alla testa di due grandi Paesi e gli scienziati loro consulenti per come stanno gestendo l’emergenza del corona virus e più in generale per il loro rapporto con la scienza. Anche questo imperdibile! (vt).

Da leggere

LA SCIENZA SI RIBELLA ALLE PAGLIACCIATE DI TRUMP E...NON GLIELE MANDA A DIRE!

Uno scienziato di rinomanza internazionale, che dirige una delle riviste scientifiche più prestigiose al mondo, dice qualcosa che potrebbe tradursi con "mo’ basta, Mr. President!". In realtà fa di più perché gli ricorda che tre anni fa era antivaccinista (!) e adesso se la prende con la scienza perché… non riesce a produrre un vaccino nel giro di pochi mesi. E chiude chiedendo all’energumeno un “favore”: di trattare con rispetto la scienza e i suoi principi! Imperdibile, garantisco (vt).

Da leggere



© 2020 - fivehundredwords.it - Credits
Le immagini a corredo degli articoli riprodotti su fivehundredwords.it provengono da ricerche effettuate su Google Image