Pubblicato il 04/09/22

Gli scienziati chiedono ai politici cosa faranno per la ricerca

La ricerca scientifica aiuta la crescita sociale ed economica di ogni paese. Nel settore della biomedicina, la ricerca ha anche migliorato notevolmente la prevenzione e la cura di molte gravi patologie, incrementando qualità e durata della vita. In occasione delle prossime elezioni del 25 settembre, quali sono i programmi delle varie forze politiche per sostenere la ricerca? Con gli amici del Patto Trasversale per la Scienza, in una lettera inviata a tutti i partiti politici di cui qui si riporta un’ampia sintesi, ci siamo concentrati su due punti di estrema importanza, facendo domande e chiedendo risposte. (vt)
Il Patto Trasversale per la Scienza… invita tutti i partiti a considerare il supporto alla ricerca scientifica come un elemento centrale dei programmi elettorali per le prossime elezioni politiche nazionali del 25 settembre 2022. Specificamente, si chiede ai partiti politici quali siano i loro piani per affrontare due tra le maggiori criticità non più rimandabili della ricerca scientifica in Italia pienamente congruenti con il finanziamento straordinario del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), ovvero:

Leggi l'intero articolo »

Autore/i

  • Vincenzo Trischitta
     
     

    Vincenzo Trischitta insegna Endocrinologia all’Università Sapienza di Roma e dirige un gruppo di ricerca sulla genetica e l’epidemiologia del diabete e delle sue complicanze cardiovascolari presso l’Istituto Scientifico Casa Sollievo della Sofferenza tra Roma e San Giovanni Rotondo. E’ tra i fondatori, nel 2019, del Patto Trasversale per la Scienza. Attribuisce agli scienziati il dovere della divulgazione e della informazione per una società più consapevole e più libera.

© 2022 - fivehundredwords.it - Credits
Le immagini a corredo degli articoli riprodotti su fivehundredwords.it provengono da ricerche effettuate su Google Image