Pubblicato il 11/03/13

Se non si conosce il significato di controllo non si controlla la qualità delle nostre conoscenze

Il significato di controllo fra ricercatori e scienziati è ben noto; ma che ne sa fra chi fa altro di mestiere? Eppure conoscerne il significato intrinseco è importante ed è per questo che la nota odierna se ne interessa. Il concetto di controllo insieme a quello di probabilità con cui spesso è indissolubilmente embricato e di cui abbiamo già detto (http://www.fivehundredwords.it/argument/it-il-significato-reale-di-probabilit), permette di analizzare in maniera razionale la realtà che ci circonda e non solo relativamente alla propria salute ed a quella dei propri cari. Ai tempi dell’introduzione della legge Sirchia di divieto del fumo in locali pubblici, un noto e notoriamente colto giornalista, fumatore e contrario alla norma restrittiva, sentenziava in televisione qualcosa come “proprio l’altro giorno un mio amico si è ammalato di cancro del polmone e non aveva mai fumato!!”. Ma questo è un esperimento senza controllo!  Senza controllo e senza un calcolo di probabilità, senza considerare cioè che le cause di una singola malattia sono tante ed ognuna di esse aumenta il rischio di ammalarsi ma non rappresenta né un elemento necessario (non è vero che chi non fuma non si ammala di cancro del polmone) né un elemento sufficiente (non è vero che tutti quelli che fumano avranno il cancro polmonare). Il noto giornalista aveva chiaramente detto una stupidaggine. Al contrario, avrebbe dovuto paragonare due gruppi di amici, uno con centinaia di fumatori ed uno - per l’appunto di controllo - con centinaia di non fumatori (magari di età simile e con simile distribuzione del sesso) e poi paragonare, nei due gruppi, la percentuale di ammalati di cancro del polmone. Vuoi vedere che avrebbe capito, anche lui, che fumare fa male? Dobbiamo conoscere ed utilizzare il controllo, per……controllare la qualità delle nostre conoscenze. (vt)
Da giovane ricercatore angosciavo i colleghi veterani con le domande più strane. Ricordo ancora il volto stupito di un collega oncologo di fronte alla mia urgenza di chiarire perché si dicesse, parlando dell’efficacia dei farmaci, sperimentazione clinica controllata. Il termine controllo, nel linguaggio quotidiano, rischia di sfumare nel significato di manipolazione, ma nella scienza allude ad un solo significato, così radicato e necessario che ancora giustificherebbe la meraviglia del mio collega: ogniqualvolta conduciamo un esperimento che voglia stabilire un nesso tra una presunta causa e un effetto è necessario verificare che il medesimo effetto non si manifesti anche in assenza della supposta causa.

Leggi l'intero articolo »

Autore/i

  • Fabio Pellegrini

    Fabio Pellegrini è biostatistico presso il Consorzio Mario Negri Sud e l’Istituto Scientifico Casa Sollievo della Sofferenza. Dal 1997 si occupa di ricerca metodologica e dei suoi fondamenti, in particolare di modelli di classificazione e predizione.

© 2017 - fivehundredwords.it - Credits